I MIEI LIBRI, I MIEI PENSIERI, IL MIO MONDO

(…) “Non essere triste, ti prego, Elaine. In questi giorni ci siamo visti ogni volta che ci è stato possibile, abbiamo fatto l’amore in modi meravigliosi, ma soprattutto abbiamo parlato e abbiamo chiarito molte cose. Io credo che le prospettive non siano così grigie, non pensi?” le chiese Andrew.
“Sai il problema qual è? Oggi mi risulta un po’ difficile la promessa che mi sono fatta di vivere giorno per giorno. Queste prospettive le vorrei avere un po’ più chiare, sto assurdamente guardando avanti, anche se so che non dovrei, e … non so cosa vedere.” gli confidò lei.
“Cerca di non farlo. E se proprio devi, fallo a breve termine: vedi la solita Elaine, la mamma, la donna forte e decisa che deve gestire da sola una casa e un figlio ancora piccolo, la direttrice della Queen Mary’s che tra due giorni verrà ributtata nel vortice degli impegni e delle responsabilità di una scuola così grande. Ma senti fortemente dentro di te che non sarai più sola: quando arriverà sera, potrai condividere le tue emozioni, i tuoi problemi, le tue preoccupazioni e le tue gioie con qualcuno. Qualcuno che ti ama, e che vuole condividere con te le stesse cose.” le disse dolcemente Andrew, cercando di risollevare un po’ quell’umore blu che si era impossessato di Elaine.
Finalmente lei sorrise, con uno sguardo un po’ meno scuro.
“E non fare l’errore di guardare troppo avanti.” continuò Andrew. “Non fare l’errore di dire ‘fra tre mesi sarò…’ oppure ‘fra sei mesi farò…’ o ancora peggio ‘tra un anno saremo…”: non possiamo davvero pensare adesso a cosa saremo fra tre mesi, sei, oppure un anno, non dobbiamo. E non sarebbe un bene farlo, credimi.”
“Hai ragione, lo so che hai perfettamente ragione.” ammise Elaine “Forse siamo stati troppo bene, in questo periodo. Mi è sembrato di vivere una bella favola, quelle in cui c’è il principe azzurro che arriva e porta via la principessa su un bellissimo cavallo bianco, per portarla nel suo castello e non lasciarla mai più.”
“Fermati a metà della favola, allora. Quando arriva il principe azzurro. Fermati lì, e aspetta di vedere come va a finire.”(…)
G.FREEMAN – tratto da SOTTO IL CIELO DELLA SCOZIA

· · Condividi · Elimina
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: