I MIEI LIBRI, I MIEI PENSIERI, IL MIO MONDO

Finalmente la USS Yortown era in cantiere a Norfolk, per i controlli e le riparazioni necessarie dopo i tre lunghi mesi di missione in Atlantico. Jack Castle, appena sbarcato e con la prospettiva di 5 giorni di licenza, aveva preso il primo aereo per la Spagna e si era diretto a Cartagena. Il ricordo della donna che aveva amato quell’ultima notte prima della partenza per le esercitazioni non l’aveva abbandonato un solo istante, la desiderava ancora come se fosse quella notte….e l’aveva trovata. Nello stesso bar del porto vecchio, davanti allo stesso caffè. Si era avvicinato a lei e le aveva detto: -Vieni via con me.- senza nessun’altra spiegazione, semplicemente guardandola negli occhi.
Sapeva di avere un grande fascino e avrebbe potuto avere decine di donne, ma ormai non pensava che a lei: la voglia delle sue labbra e del suo sapore era diventato un tormento quasi doloroso.
Ed ora eccoli, a Stromboli, dopo una notte passata in un’escursione sul vulcano. Avevano lasciato il gruppo con cui erano partiti, e avevano deciso di aspettare l’alba sul versante del vulcano. Era stata una notte magica: la luna piena, il mare impetuoso sotto di loro, il fuoco del vulcano sopra. Jack l’aveva guardata camminare davanti a lui per tutto il tragitto e la visione del suo corpo in movimento l’aveva eccitato in maniera esasperante. Ora si erano fermati in un punto in cui, guardando verso est, avrebbero visto, tra non molto, il sole sorgere. Lei era seduta tra le sue gambe e Jack le stava baciando il collo per poi passare sensualmente la lingua sulle sue spalle. A lei piaceva fare l’amore, e lo faceva con un’intensità che raramente Jack aveva trovato in altre donne. Si dava completamente a lui, ricevendo e dando piacere con la stessa passione, a volte con dolcezza, altre con furia e impetuosità. Mentre la baciava, le accarezzava il seno e sentiva già i capezzoli inturgiditi dal desiderio. Scese lentamente con le mani, fino ad entrare nei suoi jeans, per scoprire ancora una volta quanto lei fosse già pronta per lui.
-Tu mi fai impazzire- le disse.
-Non devi impazzire per me- gli rispose lei appoggiando la testa sulle sue spalle e allungandosi affinchè lui potesse arrivare a toccarla dove era più sensibile-io non posso darti altro che questo.-
-Lo so, ogni volta potrebbe essere l’ultima. Ma ogni volta con te è diverso, ogni volta mi fai godere sempre di più, ogni volta vorrei che durasse più a lungo-
Erano soli in mezzo a quella natura selvaggia e, senza pudore, si spogliarono completamente, sdraiandosi sull’erba bagnata dalla rugiada della notte.Il vulcano stava eruttando lava e da sotto terra provenivano dei sordi boati e tremori che sembravano aumentare la loro eccitazione. Le onde del mare, sotto di loro, si infrangevano sugli scogli neri di lava spenta e un chiarore baluginante stava cominciando ad apparire all’orizzonte.
Lei sembrava stregata e si mise sopra di lui, facendosi penetrare fino in fondo, cominciando a muoversi ritmicamente,prima lentamente, poi velocemente, poi ancora lentamente. I lunghi capelli le incorniciavano il viso e, quando si abbassava per baciarlo e per accarezzare con la lingua le sue labbra, solleticavano la pelle di Jack, che quasi, talmente era eccitato, faceva fatica a trattenere l’orgasmo.
-Lo sai cosa sei per me, Jack? Tu sei la mia libertà, e io voglio essere la tua. Quando vorrai cercarmi, da qualche parte mi troverai sempre- gli disse gemendo e ansimando, avvertendo già dentro di sè le contrazioni del piacere. Jack si sentiva avvolto da lei, e con un movimento veloce ed abile la fece girare sotto di sè ed iniziò ad affondare dentro di lei, mentre la luce dell’alba illuminava debolmente di rosa la sua pelle e i loro respiri si univano raggiungendo l’orgasmo che scoppiò improvviso e violento come una bomba ………………….
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: