I MIEI LIBRI, I MIEI PENSIERI, IL MIO MONDO

tratto da ‘QUI, NELLE HIGHLANDS

(…)“Mi è stato detto che potrei amarti lo stesso, senza venire a letto con te, senza lasciarmi ‘tentare’ dalla carne,” disse queste ultime parole in tono rabbioso “ma come potrei? Sono un uomo, santo Dio, ho un corpo fatto di carne che sente il bisogno del tuo e non per puro divertimento o per il semplice piacere di fare del sesso. Se fosse così, non sarei rimasto casto per trent’anni!” il tono ora era sprezzante.
Andrew si alzò in piedi e camminò inquietamente con le mani in tasca. Poi le tolse e le guardò, come se le vedesse per la prima volta.
“Queste mani hanno bisogno di toccarti, di accarezzarti, di sentirti, di … “ strinse le mani a pugno e lasciò cadere le braccia lungo i fianchi “… di amarti, Elaine.”
Lei lo guardò intensamente, ferma e calma sulle conclusioni cui era giunta in quel week-end passato ad Ashlington.
Se non avesse avuto il tempo di rifletterci per due giorni, molto probabilmente a quel punto si sarebbe messa a piangere, non sapendo cosa fare o cosa dire.
Invece era sempre più convinta che valesse la pena stare con lui.
“Ma qual è quel Dio che ti punirebbe per avermi amata, Andrew?” gli chiese.
“Il mio Dio.” rispose lui duramente.
Elaine si alzò e gli andò vicino: non lo toccò, ma gli parlò molto fermamente.
“Questi discorsi ci stanno distruggendo. E’ per questo che ti avevo detto che sarebbe stato meglio che ognuno pensasse alla propria coscienza, senza preoccuparsi dell’altro. So che non puoi pensarla come me, e so anche che forse sono io a sbagliare pensandola così, ma il destino…”
“Non esiste il destino, Elaine. Siamo noi che facciamo determinate scelte e decidiamo di comportarci in un modo piuttosto che in un altro.” le disse lui, convinto.
“Va bene. Però qualcuno ci ha messo sulla stessa strada e ci sarà un motivo. Magari non riusciamo a capirlo adesso, ma magari, tra qualche tempo, ci sarà tutto più chiaro. Non possiamo dannarci adesso per trovare la risposta giusta. Ricordi Shakespeare, nella ‘Tempesta’? ‘Gli enigmi diventano chiari, solo una volta scoperti’. Noi dobbiamo ancora scoprire molte cose, a mio parere.” gli sorrise.
“Dai, Andrew, ti prego, smettiamola di angosciarci a vicenda, se no è meglio farla finita adesso, subito. Vuoi che sia così?”
Andrew la abbracciò di nuovo.
“No! Non lo voglio! Non adesso, non ancora! Ed è l’unica cosa di cui sono sicuro in questo momento.”
“Bene.” disse Elaine stringendolo forte. “E adesso cosa vuoi? Uno scotch, una sigaretta, una cioccolata calda?” gli chiese. (…)

Esiste Dio? Esiste il Destino? Esiste l’Amore?
Io risponderei ‘sì’ ad ogni domanda.
Ma è solo nei momenti più inaspettati che ce ne rendiamo conto, magari anche solo quando beviamo una cioccolata calda, quei momenti in cui tutto all’improvviso si fa più chiaro, senza che noi ce ne accorgiamo……

 
 
o.
Annunci

Commenti su: "DIO, IL DESTINO, L’AMORE….." (1)

  1. Nicoletta ha detto:

    ….Ma è bellissimo il tuo di intervento invece….se non ti dispiace vorrei metterlo nel mio blog!!!….Ora…continuo a esplorare il tuo, sono sicura mi piacerà…ciao a presto!!! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: